GRAZIE, MA INTERROMPETE LO SCIOPERO DELLA FAME

GRAZIE, MA INTERROMPETE LO SCIOPERO DELLA FAME
Vogliamo ringraziare la signora Gianna e la signora Carla, mamme di due ragazzi che frequentano il Centro Diurno di Cagliari e il Deputato Ugo Cappellacci per l’impegno a favore dell’AIAS.
Preoccupati per la vostra salute, Vi facciamo

                                             UN ACCORATO APPELLO

affinché desistiate dal proseguire questa forma così estrema di protesta e interrompiate lo sciopero della fame iniziato ieri per richiamare l’attenzione pubblica.


vedi anche

PILI: AIAS, IL NUOVO CARROZZONE REGIONALE È FUORILEGGE

PILI: AIAS, IL NUOVO CARROZZONE REGIONALE È FUORILEGGE

L’OBIETTIVO DI ARRU E COMPAGNI È QUELLO DI AFFIDARE TUTTO ALLE COOP ROSSE. LA LEGGE PREVEDE L’OBBLIGO DEL GIUDIZIO DA PARTE DELL’AUTORITÀ PER LA CONCORRENZA E IL MERCATO E LA TRASMISSIONE DEGLI ATTI PREVENTIVI ALLA CORTE DEI CONTI. IL LEADER DI UNIDOS TRASMETTE ALL’AGCOM E ALLA MAGISTRATURA CONTABILE TUTTI GLI ATTI

vai al dettaglio

UN GRANDISSIMO GRAZIE A TUTTI VOI

UN GRANDISSIMO GRAZIE A TUTTI VOI

E' stato un successo grandissimo. Una così affollata e partecipe presenza alla Fiera di Cagliari, per l'Assemblea Generale dell'AIAS merita un applauso a tutti i partecipanti provenienti da ogni zona della Sardegna. Dimostra l'affetto e la vicinanza all'Associazione di tutti i soci, pazienti, collaboratori, simpatizzanti e dei loro familiari. All'interno della notizia, il video trasmesso durante l'Assemblea con la Storia dell'AIAS

vai al dettaglio

A TUTTI I SOCI E COLLABORATORI

A TUTTI I SOCI E COLLABORATORI

Cari soci e cari collaboratori, nel volervi tenere informati delle ultime vicende che ci riguardano vorremmo soffermarci sulle recenti pronunce giudiziarie del Tribunale di Sassari, e più precisamente: La Sentenza della Corte d’Appello di Sassari riguardante il credito vantato nei confronti della Regione per prestazioni erogate dall’Associazione a favore di utenti della vecchia U.S.L. di Alghero per un ammontare di capitale di € 2.612.000,00, (che negli anni a cui risale erano ben 5.000.000.000, CINQUE MILIARDI delle vecchie lire, e che oggi hanno fatto maturare ben più di € 6.000.000,00 circa di interessi più rivalutazione), ha stabilito che le rivendicazioni dell’AIAS erano legittime e che il Contratto alla base delle prestazioni stesse era ed è perfettamente valido.

vai al dettaglio