VIOLENZE A DECIMOMANNU, RIPRENDE IL PROCESSO

VIOLENZE A DECIMOMANNU, RIPRENDE IL PROCESSO
Riprende, davanti al giudice del Tribunale Penale di Cagliari, il processo per i presunti maltrattamenti sui pazienti ospiti della struttura AIAS di Decimomannu. Sul banco degli imputati, Vittorio Randazzo, direttore amministrativo dell'Aias  e Sandra Murgia, responsabile del Centro di Decimo.
L'indagine, ribattezzata "Mistreatment", era stata avviata nell'ottobre 2014 dai carabinieri della sezione di Polizia giudiziaria della Procura di Cagliari e dai militari del Nas, tutti coordinati dal sostituto procuratore Liliana Ledda, a seguito di una segnalazione di presunti maltrattamenti nei reparti di psichiatria e riabilitazione.
Chiusa l'inchiesta, molti degli indagati hanno patteggiato, alcuni hanno scelto l'abbreviato e in tre hanno deciso di andare a dibattimento.
L’AIAS è stata riconosciuta come parte offesa, insieme a tutti i pazienti dei reparti coinvolti nei tragici episodi di violenza.
L’AIAS si è inoltre costituita come Parte Civile nel Processo, per difendere l’onorabilità e il buon operato dell’Associazione.
L’AIAS è fiduciosa nell’operato della Magistratura e auspica che finalmente vengano accertate tutte le responsabilità.


vedi anche

IL 16.MO PELLEGRINAGGIO IN ONORE DI FRA NAZARENO

IL 16.MO PELLEGRINAGGIO IN ONORE DI FRA NAZARENO

Si è rinnovato anche quest'anno, come da tradizione, il Pellegrinaggio in onore di Fra Nazareno, nella Chiesa della Madonna della Consolazione, ad Is Molas (Pula).

vai al dettaglio

COMUNICATO AI DIPENDENTI E CONSULENTI

COMUNICATO AI DIPENDENTI E CONSULENTI

In risposta a quanto apparso sulla stampa, sottolineiamo che, a fronte del fatturato di Giugno, pari a € 3.188.065, ci è stato corrisposto dall’ATS e dai Comuni un importo pari a € 1.845.677. Restano ancora da incassare € 1.342.388.

vai al dettaglio

IL 23 SETTEBRE SI RINNOVA IL PELLEGRINAGGIO PER FRA NAZARENO

IL 23 SETTEBRE SI RINNOVA IL PELLEGRINAGGIO PER FRA NAZARENO

L’appuntamento con Fra Nazareno è largamente sentito ed apprezzato e di fronte al messaggio dell’umile frate, anche il dolore e il disagio fisico si esalta e si trasforma in sorriso e voglia di vivere.

vai al dettaglio