MESSA IN MORA PER MANCATA CORRESPONSIONI

 MESSA IN MORA PER MANCATA CORRESPONSIONI

Con riferimento alle prestazioni di riabilitazione rese e contabilizzate ai sensi della DGR 9/10 del 22.2.2011 per conto dei Comuni della Sardegna, si lamenta il mancato saldo, nonché i reiterati ritardi nel pagamento delle stesse, da attribuirsi principalmente al "mancato trasferimento delle risorse" da parte della Regione Sardegna, come testualmente recitano le note dei Comuni allegate.

Nei prospetti riepilogativi in esame, che costituiscono parte integrante alla presente, vengono elencate le contabilità mensilmente emesse, specificando Comune per Comune i rispettivi residui insoluti, che ammontano ad Euro 2.079.607,76 per gli anni "2014-2017" ed a Euro 2.195.479,65 per l'anno 2018, per un totale di Euro 4.275.087,41 di solo capitale.

Si rammenta che, ai sensi della normativa vigente in materia, il 60% della Tariffa riferita alle prestazioni "a ciclo continuativo" ed il 30% riferita alle prestazioni "a ciclo diurno", è a carico del Comune di residenza dell'utente, pertanto la regolarità e puntualità nel pagamento delle fatture relative alle "quote sociali" rappresenta condizione necessaria per l'AIAS onde provvedere al pagamento dei propri dipendenti. Al contrario, la "prassi" certificata nelle note dei Comuni, dimostra che sussistono gravi lacune strutturali nei rapporti "Regione-Comuni" relativamente al trasferimento delle risorse, da cui deriva l'accumularsi del DEBITO verso l'Erogatore AIAS che, a sua volta, si trova nella oggettiva difficoltà di pagare con regolarità gli stipendi.

Tale ritardo espone l'AIAS alle sanzioni previste dal contratto sottoscritto con ATS (ai sensi della DGR 23/25/2017), contratto che disciplina proprio l'erogazione delle prestazioni di riabilitazione erogate a beneficio degli utenti residenti nei Comuni in esame.

vedi anche

AUGURANDOVI UN BUON NATALE, RINGRAZIAMO DI CUORE TUTTI VOI

AUGURANDOVI UN BUON NATALE, RINGRAZIAMO DI CUORE TUTTI VOI

Sono stati nove giorni intensi, faticosi, a volte sfiancanti, giorno e notte a presidiare una piazzetta, quella sotto il Consiglio Regionale dove si è rafforzato il sentimento di squadra, di famiglia, di appartenenza all’AIAS. Per questo ringraziarVi tutti appare forse riduttivo. La lotta di chi ogni giorno di presidio si è speso per protestare, per dare il suo contributo piccolo o grande è stato determinante per portare a casa un grande risultato. Davvero GRAZIE infinite a TUTTI VOI

vai al dettaglio

PILI: AIAS, IL NUOVO CARROZZONE REGIONALE È FUORILEGGE

PILI: AIAS, IL NUOVO CARROZZONE REGIONALE È FUORILEGGE

L’OBIETTIVO DI ARRU E COMPAGNI È QUELLO DI AFFIDARE TUTTO ALLE COOP ROSSE. LA LEGGE PREVEDE L’OBBLIGO DEL GIUDIZIO DA PARTE DELL’AUTORITÀ PER LA CONCORRENZA E IL MERCATO E LA TRASMISSIONE DEGLI ATTI PREVENTIVI ALLA CORTE DEI CONTI. IL LEADER DI UNIDOS TRASMETTE ALL’AGCOM E ALLA MAGISTRATURA CONTABILE TUTTI GLI ATTI

vai al dettaglio

GRAZIE, MA INTERROMPETE LO SCIOPERO DELLA FAME

GRAZIE, MA INTERROMPETE LO SCIOPERO DELLA FAME

Vogliamo ringraziare la signora Gianna e la signora Carla, mamme di due ragazzi che frequentano il Centro Diurno di Cagliari e il Deputato Ugo Cappellacci per l’impegno a favore dell’AIAS. Preoccupati per la vostra salute, Vi facciamo UN ACCORATO APPELLO affinché desistiate dal proseguire questa forma così estrema di protesta.

vai al dettaglio