NUOVI VOUCHER PER PAGARE ASSISTENZA AI DISABILI E BADANTI

NUOVI VOUCHER PER PAGARE ASSISTENZA AI DISABILI E BADANTI
Con il nuovo “Libretto Famiglia” verranno sostituiti i vecchi voucher (buoni lavoro) e questo permetterà alle famiglie di pagare piccole prestazioni occasionali anche per quanto riguarda badanti, pulizie e assistenza domiciliare a persone con disabilità.
Questo strumento si chiama Libretto Famiglia. E’ stato introdotto dall’art. 54 bis, legge 21 giugno 2017, n. 96 di conversione del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50. ed è utilizzabile dal 10 luglio scorso.
Le attività di tipo occasionale che l’utilizzatore può remunerare tramite il libretto famiglia sono tassativamente indicate dalla legge e consistono in piccoli lavori domestici, inclusi i lavori di giardinaggio, di pulizia o di manutenzione. Assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con disabilità. Insegnamento privato supplementare.
E’ importante ricordare che deve trattarsi di lavori di carattere occasionale. Questo significa che, ad esempio, una famiglia non può pagare la colf o la badante che lavora stabilmente presso la propria abitazione.
Non è possibile fare ricorso a prestazioni di lavoro occasionali da parte di lavoratori con i quali l’utilizzatore abbia in corso, o abbia avuto negli ultimi sei mesi, un rapporto di lavoro subordinato o di collaborazione coordinata e continuativa.
A differenza dei vecchi voucher, che erano buoni cartacei che il lavoratore acquistava e consegnava al lavoratore che li poteva incassare in tabaccherie, uffici postali  e sedi INPS, il nuovo libretto famiglia ha una procedura diversa e completamente online.
Per usufruire del libretto famiglia sia l’utilizzatore che il prestatore devono accedere e registrarsi alla piattaforma tramite il servizio online dedicato.
Il libretto orario contiene buoni da 10 euro all’ora di cui, 8 euro vanno al lavoratore, 1.65 euro vengono accantonati per la contribuzione IVS alla Gestione Separata, 0.25 euro per il premio assicurativo INAIL, e 0.10 euro per il finanziamento degli oneri gestionali.
Le prestazioni di lavoro possono essere pagate tramite i nuovi voucher solo entro alcuni limiti. Ciascun lavoratore può ricevere un compenso massimo complessivo di 5.000 euro l’anno.
Se a pagarlo è un unico datore di lavoro, il limite massimo è di 2.500 euro l’anno.
Per usufruire del libretto famiglia sia l’utilizzatore che il prestatore devono accedere e registrarsi alla piattaforma tramite il servizio online dedicato. Tutto si svolge nella piattaforma INPS e prevede una serie di passaggi che iniziano con la registrazione al sito, in quanto per effettuare il login è necessario essere dotati di PIN INPS, con il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), o tramite la Carta nazionale dei servizi (CNS).
L’INPS, entro il 15 del mese successivo a quello in cui la prestazione si è svolta, eroga direttamente i compensi pattuiti a seconda della modalità prescelta dal prestatore all’atto della registrazione.


vedi anche

A SASSARI E CAGLIARI IL 29 OTTOBRE TORNA WORLD PSORIASIS DAY

A SASSARI E CAGLIARI IL 29 OTTOBRE TORNA WORLD PSORIASIS DAY

Ritorna la "Giornata Mondiale della Psoriasi" , l’appuntamento annuale di sensibilizzazione verso una malattia sottovalutata come la psoriasi.

vai al dettaglio

TEMPO DI INFLUENZA MA SI SOTTOVALUTANO LE CONSEGUENZE

TEMPO DI INFLUENZA MA SI  SOTTOVALUTANO LE CONSEGUENZE

Sembra proprio che gli italiani non abbiano paura dell’influenza e delle sue conseguenze. Lo rivela uno studio del Censis. Quasi metà degli over 50 sottovaluta i rischi della patologia

vai al dettaglio

ANTIBIOTICO RESISTENZA. ALLARME DELL'OMS

ANTIBIOTICO RESISTENZA. ALLARME DELL\'OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità lancia l’allarme. Senza nuovi farmaci verrebbero a mancare sia la prevenzione che il trattamento di una serie di patologie

vai al dettaglio