DIABETE: NUOVA SCOPERTA PORTA A CINQUE LE TIPOLOGIE

DIABETE: NUOVA SCOPERTA PORTA A CINQUE LE TIPOLOGIE
Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista 'The Lancet Diabetes and Endocrinology',  condotto dagli esperti del Lund University Diabetes Centre (Svezia) e dell'Institute for Molecular Medicine (Finlandia) esistono 5 tipi di diabete, non solo diabete 1 e diabete 2.  
Sono infatti ben cinque i tipi di diabete in età adulta e circa 420 milioni le persone in tutto il mondo che ad oggi soffrono di Diabete. Un numero destinato ad aumentare sensibilmente. Attualmente, la malattia è divisa in due sottotipi. Il Tipo 1, generalmente diagnosticato durante l'infanzia e che rappresenta circa il 10% dei casi, nel quale l'organismo semplicemente non produce insulina, l'ormone che aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Nel Tipo 2, il corpo non produce invece abbastanza insulina. Gli scienziati svelano ora una classificazione rivista che potrebbe portare a trattamenti migliori e aiutare i medici a prevedere con maggiore precisione complicanze potenzialmente letali.
La nuova classificazione è infatti un "cambio di paradigma" nel modo in cui la patologia viene gestita. È noto da tempo che il Diabete di tipo 2 è una condizione altamente variabile, ma la classificazione era rimasta invariata per decenni. I ricercatori hanno allora monitorato 14.775 pazienti con Diabete di nuova diagnosi di età compresa tra 18 e 97 anni. Isolando e studiando le misurazioni di insulino-resistenza, secrezione di insulina, livelli di zucchero nel sangue, età e insorgenza della malattia, hanno individuato cinque gruppi distinti di malattia: tre forme gravi e due più lievi.
Nel gruppo 1 rientrano i pazienti con insulino-resistenza in cui le cellule non sono in grado di utilizzare l'insulina in modo efficace. Sono persone giovani e in buona salute e corrispondono più o meno ai pazienti con l'attuale tipo 1 di Diabete.
Il gruppo 2 è composto da pazienti relativamente giovani, insulino-carenti.
Il gruppo 3 è rappresentato da persone con insulino-resistenza grave, di solito in sovrappeso.
Il gruppo 4 comprende pazienti di mezza età con diabete correlato all'obesità.
Il gruppo 5 infine, riguarda persone con diabete correlato all'età, che sviluppano sintomi molto dopo rispetto alle persone comprese nei precedenti gruppi.
Riguarda circa il 40% dei malati.  
 


vedi anche

IPPOTERAPIA: UNA GIORNATA AL CIRCOLO IPPICO

IPPOTERAPIA: UNA GIORNATA AL CIRCOLO IPPICO

Una giornata di festa e serenità per i nostri ospiti al Circolo Ippico Carmus di Quartu Sant'Elena, accompagnati dagli operatori Aias del Centro di Cagliari, Angela, Patrizia, Sara e Caterina

vai al dettaglio

ALZHEIMER, ATTENZIONE AL COLESTEROLO ALTO

ALZHEIMER, ATTENZIONE AL COLESTEROLO ALTO

Il colesterolo ha un ruolo fondamentale nello sviluppo del morbo di Alzheimer. Lo rivela uno studio sulla concentrazione di colesterolo nei malati

vai al dettaglio

IL NOSTRO MARCO SARRITZU VINCE MEDAGLIA D'ORO CAMPIONATI NUOTO

IL NOSTRO MARCO SARRITZU VINCE MEDAGLIA D\'ORO CAMPIONATI NUOTO

Il nostro amico MARCO SARRITZU, ospite nel Centro Aias di Cagliari, vince la medaglia d'oro ad Oristano

vai al dettaglio